Stemma di San Marino
Repubblica di San Marino

Immagine telefono centralinoCentralino 0549/994111

Pagina Facebook dell'ISS di San Marino
Pagina Twitter dell'ISS di San Marino

Aggiornamento Epidemia COVID-19 a San Marino al 3 febbraio 2021

L’Istituto per la Sicurezza Sociale comunica l’aggiornamento delle infezioni da Covid-19 a San Marino alla mezzanotte di ieri.

La seconda ondata pandemica (dal 1 luglio) registra:

  • positivi: 253 (+28, et media 44 anni);

  • guariti: 2.099 (+20);

  • deceduti: 26 (+1);

  • contagiati totali 2.379 (2.285 residenti e 94 non residenti).

Si segnala purtroppo, il decesso in Ospedale di una sammarinese di 76 anni. L’Istituto per la Sicurezza Sociale, a nome di tutti gli operatori e anche della Segreteria di Stato alla Sanit, esprime sentimenti di profondo cordoglio e vicinanza ai familiari, parenti e amici.

Il numero totale di persone contagiate individuate, invece, dall’inizio della pandemia fino alla mezzanotte di ieri di 3.094, di cui: 253 positivi (137 femmine e 116 maschi), 68 decessi e 2.773 guarigioni.

Sono 233 le persone positive al virus Sars-Cov2 in isolamento presso il proprio domicilio.

I tamponi totali eseguiti sono 35.165.

Tra le persone positive al nuovo coronavirus, 20 risultano ricoverate all’Ospedale di Stato. Di queste, 12 si trovano nel Reparto Covid e 8 in Terapia Intensiva (a cui si sommano altri pazienti che necessitano di cure intensivologiche).

Nella tabella sottostante riepilogato l’andamento dal 27 gennaio al 2 febbraio 2021 relativi ai tamponi effettuati, al totale dei nuovi casi di positivit riscontrati, alla percentuale di nuovi positivi in rapporto al totale dei tamponi (tasso di positivit) e le guarigioni.

Data

Tamponi effettuati

nuovi positivi

% nuovi positivi/tamponi

Guariti

27 gennaio

268

26

9,70%

8

28 gennaio

344

27

7,85%

10

29 gennaio

375

22

5,87%

10

30 gennaio

127

7

5,51%

17

31 gennaio

55

0

0,00%

0

01 febbraio

395

34

8,61%

22

02 febbraio

272

28

10,29%

20

Ufficio stampa, 03 febbraio 2021



Share on Google+Share on twitter


<< Torna indietro