Tu sei qui

“SALUTE: TUMORI PRIMA CAUSA DI MORTE A SAN MARINO, AUMENTA IL NUMERO DI BAMBINI OBESI"

PRESENTATE IN CGG LE LINEE PIANO SANITARIO 2015-2018

"Una sanita' indipendente ma che e' pronta a integrarsi e a interagire con quella italiana e delle regioni limitrofe "creando un sistema strutturato di reti, interne e con l'esterno, indispensabili per dare risposte efficaci ai bisogni di salute e garantire il benessere ai nostri cittadini". E' quanto emerge dagli indirizzi generali per la predisposizione del piano sanitario della Repubblica di San Marino del prossimo triennio, riferiti in Consiglio Grande e Generale dal Segretario di Stato alla Sanita', Francesco Mussoni, che ha colto l'occasione per anticipare un incontro, in agenda nei prossimi giorni, con il Ministro italiano della Salute, Beatrice Lorenzin.

In Aula il Segretario dà lettura delle linee per la predisposizione del piano sanitario, annunciando poi che nelle prossime settimane seguirà la presentazione di una bozza.

Il testo portato in Aula il 24 novembre contiene una fotografia della salute dei sammarinesi degli ultimi anni: sul Titano i tumori risultano la prima causa di morte, mentre aumenta l'obesita' infantile, diminuiscono gli infortuni sul lavoro e cosi' anche i feriti per gli incidenti stradali. In dettaglio, nell'ultimo triennio, dal 2011-2013, con il 34,8% dei decessi, i tumori risultano la prima causa di morte, seguiti dalle malattie cardiovascolari per il 32,3% e dell'apparato respiratorio per il 9,6%. Mentre sul fronte dell'infanzia e dell'adolescenza, dalle indagini volte sugli stili di vita dei giovani su alcool, fumo e obesita' emerge che anche a San Marino la presenza di bambini obesi e' aumentata. Nel 2012 in Italia erano il 10,6%, in Emilia Romagna il 7,2%, a San Marino il 9,35%: un dato in forte rialzo dal 2010, quando erano l'8,4%. "Alcool e obesita' richiederanno approfondimenti e ulteriori interventi- spiega la relazione- mentre la percentuale dei giovani sammarinesi che fumano risulta inferiore rispetto l'Italia e l'Europa".
Quindi il capitolo su infortuni e malattie professionali: "Nel 2013- spiega la relazione- il numero di infortuni sul lavoro sono pari a 625, in calo rispetto gli anni precedenti". Pubblica amministrazione e il comparto industriale risultano i settori maggiormente colpiti. Piu' sicurezza stradale e meno incidenti: nel periodo temporale 2008-2011, si sono verificati sulle strade sammarinesi complessivamente 897 incidenti stradali con morti e o feriti, in cui si sono registrati 7 decessi e 1.169 feriti totali. "Dal 2011- sottolinea la relazione - però si e' registrato un forte decremento rispetto gli anni precedenti nel numero di incidenti stradali e dei feriti totali, a seguito degli interventi di sicurezza sulla superstrada". L'asse viaria che collega Dogana a Citta' resta la strada piu' a rischio, dove si sono registrati il 26,3% degli incidenti totali, si sono verificati 3 morti e 324 feriti.

 

Fonte DIRE San Marino, 24 nov

Formazione, Comunicazione, URP, Qualità e Accreditamento
urp@iss.s,m;   26 novembre 2014
 




 


<<  Torna indietro