Stemma di San Marino
Repubblica di San Marino

Immagine telefono centralinoCentralino 0549/994111

Pagina Facebook dell'ISS di San Marino
Pagina Twitter dell'ISS di San Marino

Servizio Disabilità e Assistenza Residenziale

 

Responsabile

Dott.ssa Simona Casagrande

E-mail: simona.casagrande@iss.sm

Coordinatore Servizio: Nicoletta Ceccoli

Psicologa: Samantha Berardi   

 

Sede e contatti

 


Sede: Str. Selve di Tassini, 8 (47893) Borgo Maggiore 
Telefono: 0549/906900 -906308 Fax 0549/980053
E-mail: colore.delgrano@iss.sm

Orari d’apertura:

Laboratori/Atelier: dal Lunedì al Giovedì dalle 08:00 alle 17:00, il Venerdì dalle 08:00 alle 14:00

Centri Diurni: dal Lunedì al Venerdì dalle 08:00 alle 16:30

Nucleo Residenziale: apertura h24

 

Il servizio garantisce all’utenza in caso di necessità l’accesso diurno il sabato mattina e ricoveri residenziali di sollievo, a sostegno della domiciliarità, previa valutazione dell’equipe multidisciplinare.

 

Attività d'assistenza


L’Unità Organizzativa Semplice Dipartimentale Servizio Disabilità e Assistenza Residenziale eroga alle persone disabili in condizione di ridotta autonomia e/o fragilità per deficit psico-fisico moderato o severo, prestazioni di carattere socio educativo, socio assistenziale, sanitario sul territorio e in strutture residenziali o semiresidenziali. I livelli di competenza riguardano attività di presa in carico sociale e psicologica e interventi di trasporto protetto.

Il Servizio esplica la propria funzione educativa, riabilitativa e di inclusione sociale delle persone disabili attraverso l’organizzazione interattiva di quattro nuclei operativi che offrendo prestazioni diversificate, interagiscono tra loro completando l’offerta dei servizi rivolti al cittadino disabile e al suo nucleo familiare: un nucleo residenziale, due nuclei diurni e un nucleo territoriale strutturato in un centro diurno socio-occupazionale – il laboratorio Atelier -  e in inserimenti lavorativi protetti in territorio.

Al fine di garantire il processo di riconoscimento e di integrazione di ciascun soggetto disabile e di offrire nel quotidiano la migliore e più funzionale partecipazione possibile ad una gestione della propria vita e a un’inclusione a livello sociale allargata l’Unità Organizzativa promuove, d’intesa con la famiglia, forme di collaborazione con gli altri servizi dello Stato, con le Associazioni culturali e di volontariato e con gli altri Servizi del Dipartimento Socio-sanitario.

 

1. NUCLEO RESIDENZIALE

La struttura residenziale prevede 19 posti letto di cui 4 per polidisabilità. Il centro si configura anzitutto come uno spazio di vita significativo, accogliente e familiare in cui vengono erogati servizi assistenziali, terapeutico – riabilitativi, sanitari ed educativi per migliorare la qualità della vita degli ospiti perseguendo il loro benessere psico-fisico e favorendo la socializzazione e l’integrazione.

I servizi di assistenza sanitaria e infermieristica, di supporto educativo, assistenziale e relazionale sono tarati sulle autonomie e sulle necessità dell’ospite e definiti nel Pai e Pei (progetto assistenziale ed educativo individuale).  

La natura del servizio permette di attivare anche soggiorni di sollievo, esperienze di turismo sociale  e percorsi di supporto mirati al “dopo di noi”.

 

NUCLEI DIURNI

Le attività dei centri diurni sono rivolte a cittadini con disabilità psico-fisica di media ed elevata gravità, ovvero in condizione di non autosufficienza e ad alta intensità assistenziale; si configurano come uno spazio educativo e assistenziale volto ad  offrire agli ospiti delle opportunità concrete di valorizzazione personale in un contesto di relazioni significative, attraverso la sperimentazione in attività diversificate a carattere socio educativo e socio assistenziale svolte da figure professionali qualificate.  Nel nucleo La Volpe le attività sono prevalentemente improntate alla cura, riabilitazione e stimolazione sensoriale mentre nel nucleo La Rosa si privilegiano interventi improntati al mantenimento delle autonomie di base e alla gestione degli aspetti comportamentali e relazionali.

 

LABORATORIO ATELIER

Il laboratorio Atelier ospita utenti con disabilità di grado moderato o lieve che sono impossibilitate a sostenere un impegno lavorativo in un vero ambiente produttivo, ma possiedono un discreto livello di autonomia personale e competenze/potenzialità relazionali e occupazionali da implementare attraverso la realizzazione di piccoli manufatti artigianali previsti nella programmazione delle attività dell’ Atelier o per conto terzi.

Il Centro ha come principale finalità quella di favorire il benessere delle persone disabili accolte, attraverso l’impegno in attività occupazionali/lavorative diversificate, in piccolo o grande gruppo, favorendo il rafforzamento di competenze relazionali e lo sviluppo di autonomie personali in un contesto “protetto”. Le attività occupazionali-lavorative vengono svolte anche in contesti esterni al centro per favorire il collegamento con la realtà produttiva del territorio.

 

INSERIMENTI IN TERRITORIO

Il servizio è attivo per il collocamento mirato delle persone con disabilità in ottemperanza alle normative vigenti. La figura dell’assistente sociale, coadiuvata dall’educatore, esplica una funzione di avviamento al lavoro, assistenza, supervisione educativa e monitoraggio dell’attività. L’ intervento si esplica nella ricerca della ricettività del mercato del lavoro creando una rete tra le associazioni, le organizzazioni imprenditoriali, i consorzi di cooperative sociali; oltre a tutte le azioni di orientamento, di selezione e di potenziamento delle competenze finalizzate all’inserimento lavorativo delle persone disabili che hanno portato a termine il percorso di scolarizzazione obbligatoria.

 

Modalità d'accesso:

Sono richiesti i seguenti requisiti:

  • essere assistiti ISS;
  • essere anagraficamente ed effettivamente residenti in territorio;
  • essere maggiorenni o avere compiuto il sedicesimo anno di età e avere portato a compimento il percorso di scolarizzazione obbligatoria;
  • essere soggetto disabile con deficit psico-fisico lieve, medio-grave o grave.

 

Al momento della compilazione della domanda di accesso, l'utente deve avere con sé il corredo personale e la documentazione necessaria:

  • tesserino ISS
  • documento d'identità
  • certificazione medica
  • documentazione clinica precedente l'ingresso

 

L’accesso prevede colloqui con l'ospite e/o familiari e/o attività di rete con i servizi invianti al fine di raccogliere le informazioni utili per elaborare una corretta valutazione multidimensionale operata dall’equipe di coordinamento del Servizio. L’intento del Servizio è quello di dare centralità alla persona disabile e prevedere la soddisfazione dei bisogni primari e quelli legati alla crescita, promozione e inclusione sociale, presupponendo una offerta differenziata, capace di rispondere alle diverse necessità. In tutte le aree di intervento sono previste attività di prevenzione primaria e di prevenzione secondaria, attività intese al recupero, mantenimento e sviluppo delle autonomie funzionali, interventi di sostegno all’affermazione e autorealizzazione della persona, interventi supportivi e integrativi della famiglia.

 

Informazioni:

La dimissione

La dimissione dell'ospite dal Servizio può avvenire secondo le modalità di seguito elencate:

  • dimissioni programmate (ricoveri di sollievo o richiesta da parte dell'ospite/familiare);
  • dimissione/trasferimento su richiesta motivata della Direzione del Servizio e dal Direttore di Dipartimento Socio-sanitario e approvata dal Comitato Esecutivo;
  • decesso.

 

 

  La puntata di Buona Salute a Tutti dedicata ai servizi e associazioni per la tutela della disabilità a San Marino

 
 



<<  Torna indietro