Stemma di San Marino
Repubblica di San Marino

Immagine telefono centralinoCentralino 0549/994111

Pagina Facebook dell'ISS di San Marino
Pagina Twitter dell'ISS di San Marino

Complesso intervento con tecnica ibrida (LECS) per l'asportazione di un tumore interno alla parete gastrointestinale

A distanza di alcuni mesi dall’introduzione a San Marino della ESD (dissezione endoscopica sottomucosa), una tecnica di endoscopia avanzata per la resezione di tumori superficiali dell’apparato gastrointestinale (neoplasie epiteliali), a fine marzo stato eseguito, presso l’Ospedale di Stato, un intervento di asportazione di un tumore interno alla parete gastrointestinale (tumore sottomucoso) con una tecnica ibrida (endoscopica e chirurgica) assolutamente innovativa (LECS – “Laparoscopic and endoscopic cooperative surgery”).
Dai dati della letteratura scientifica ad oggi non risulta siano stati eseguiti analoghe procedure in Italia.
L’intervento frutto degli accordi ormai da tempo in essere tra l’Istituto per la Sicurezza Sociale e la Fondazione Policlinico Universitario “A. Gemelli” di Roma, nella fattispecie tra le relative Unit Operative di Endoscopia Digestiva, quella sammarinese diretta dalla Dottoressa Loredana Stefanelli e quella romana dal Professor Guido Costamagna, i quali assieme al Professor Antonio Gasbarrini, Direttore dell’Area Gastroenterologica del Policlinico “Gemelli”, hanno fortemente voluto e portato avanti un progetto di collaborazione clinica.
La LECS una tecnica nata in Giappone nel 2008 che consente, mediante un approccio combinato, laparoscopico ed endoscopico, una resezione dei tumori che sono al di sotto dello strato pi interno della parete gastrica o intestinale (SMT – “Submucosal Tumors” – Tumori Sottomucosi), con il vantaggio rispetto alle resezioni condotte unicamente per via laparoscopica (”wedge resections”) di consentire una migliore definizione della sede e dell’estensione della lesione e, di conseguenza, una asportazione precisa ed accurata del tumore con risparmio del tessuto sano circostante. L’asportazione di troppo tessuto ha, infatti, come conseguenza quella di deformare anatomicamente l’organo e comprometterne, quindi, le funzioni. La tecnica , almeno da un punto di vista endoscopico, altamente complessa, annoverata tra le tecniche di endoscopia terapeutica avanzata
A fine marzo, nell’Ospedale di Stato di San Marino stata utilizzata la LECS per resecare una voluminosa lesione sottomucosa della giunzione esofago-gastrica. L’intervento stato condotto dal Dottor Giovanni Landolfo per la parte chirurgica, e dal Dottor Federico Barbaro (dell’equipe del Prof. Costamagna), per la parte endoscopica.
L’operazione avvenuta sotto la supervisione del Dottor Jun Hamanaka, endoscopista giapponese anche lui attualmente in forza alla UO di Endoscopia Digestiva del Policlinico Gemelli e gi in passato ospite dell’Ospedale di Stato di San Marino per l’introduzione della ESD.
L’intervento, perfettamente riuscito, su una paziente sammarinese, ha registrato un buon decorso post operatorio.

Ufficio Stampa - 21 giugno 2018



Share on Google+Share on twitter


<< Torna indietro