Stemma di San Marino
Repubblica di San Marino

Immagine telefono centralinoCentralino 0549/994111

Pagina Facebook dell'ISS di San Marino
Pagina Twitter dell'ISS di San Marino

Aggiornamento Dati Epidemia COVID-19 a San Marino al 26 novembre 2020

L’Istituto per la Sicurezza Sociale comunica l’aggiornamento delle infezioni da Covid-19 a San Marino.

La seconda ondata pandemica (dal 1 luglio) registra:

  • positivi: 239 (di cui 227 residenti e 12 frontalieri o altri non residenti);

  • guariti: 558 (di cui 539 residenti e 19 frontalieri o altri non residenti);

  • deceduti: 2 (residenti)

  • contagiati totali 799 (di cui 768 residenti e 31 frontalieri o altri non residenti)

Il numero totale di persone contagiate individuate, invece, dall’inizio della pandemia fino alla mezzanotte di ieri (25 novembre) di 1.514, di cui: 239 positivi (124 donne e 115 uomini, et media 41 anni), 44 decessi e 1.231 guariti.

Fra le persone positive, 15 risultano ricoverate in Ospedale, di cui: 5 si trovano nel reparto Covid e 10 in Terapia Intensiva.

Infine, 224 sono le persone positive al virus Sars-Cov2 in isolamento presso il proprio domicilio.

Al 25 novembre sono stati eseguiti 16.307 tamponi.

Le persone in quarantena domiciliare sono 242, tra cui un operatore delle Forze dell’Ordine.

Nella tabella sottostante riepilogato l’andamento dal 19 al 25 novembre relativi ai test molecolari effettuati, al totale dei nuovi casi di positivit riscontrati, alla percentuale di nuovi positivi in rapporto al totale dei tamponi e le guarigioni.

Data

Tamponi effettuati

nuovi positivi

% nuovi positivi/tamponi

Guariti

19 novembre

269

22

8,18%

28

20 novembre

331

23

6,95%

41

21 novembre

93

10

10,75%

22

22 novembre

18

1

5,56%

0

23 novembre

381

23

6,04%

52

24 novembre

276

36

13,04%

18

25 novembre

245

21

8,57%

10


Si rimarca a tutta la cittadinanza il corretto utilizzo delle mascherine, il mantenimento del distanziamento sociale e il frequente lavaggio delle mani o sanificazione, misure fondamentali per contrastare la diffusione del virus. Si ricorda che, in caso di febbre, malessere generale o sintomi respiratori non bisogna uscire di casa, ma contattare il proprio medico curante o la guardia medica, senza andare direttamente ai Centri per la Salute.

Le persone in isolamento o in quarantena devono rispettare rigorosamente i comportamenti cautelativi finalizzati a tutelare la salute della collettivit, perlopi sono a rischio i componenti della rete familiare specialmente se si tratta di persone fragili, anziane o portatori di polipatologie.

Ufficio stampa, 26 novembre 2020



Share on Google+Share on twitter


<< Torna indietro