Stemma di San Marino
Repubblica di San Marino

Immagine telefono centralinoCentralino 0549/994111

Pagina Facebook dell'ISS di San Marino
Pagina Twitter dell'ISS di San Marino

L’ISS potr assumere medici specializzandi

Da domani, mercoled 3 agosto, l’Istituto per la Sicurezza Sociale potr assumere medici specializzandi.

Si tratta di una norma introdotta con il Decreto Legge n.111/2022 che consente di stipulare accordi con le Universit per il reclutamento di medici in corso di specializzazione, a condizione che siano iscritti almeno al terzo anno della Scuola di Specialit.

Lo specializzando quindi, come gi avviene in Italia, potr restare iscritto alla specializzazione e contemporaneamente prestare la propria attivit sanitaria anche nelle strutture dell’ISS, ricevendo la relativa retribuzione e maturando il conseguimento delle attivit formative, teoriche e assistenziali necessarie al raggiungimento degli obiettivi di studio previsti dal relativo ciclo di specializzazione.

“Si tratta di una disposizione normativa – spiega il Segretario di Stato per la Sanit, Roberto Ciavatta – che ora consente di estendere questa possibilit, gi consolidata in Italia, anche all’ISS rappresentando di fatto un ulteriore segnale di evoluzione delle riforme relative all’assistenza sanitaria per i nostri cittadini, aumentando il livello di competitivit della nostra sanit”.

“Ringrazio l’Ecc.ma Reggenza, il Governo e in particolare il Segretario di Stato per la Sanit – afferma il Direttore Generale ISS, Francesco Bevere – per aver colto celermente una inderogabile necessit, come accade gi nella maggior parte degli ospedali italiani. La nuova disposizione normativa consente di assicurare e migliorare la qualit delle cure dei cittadini sammarinesi, potendo far affidamento oggi su medici specializzandi, che domani saranno i futuri specialisti dell’Ospedale di Stato. Per questo sono gi stati avviati gli accordi con le Universit italiane cos da rendere operativa il prima possibile questa nuova opportunit per l’ISS”.

Ufficio Stampa, 02 agosto 2022



Share on Google+Share on twitter


<< Torna indietro