Stemma di San Marino
Repubblica di San Marino

Immagine telefono centralinoCentralino 0549/994111

Pagina Facebook dell'ISS di San Marino
Pagina Twitter dell'ISS di San Marino

Servizio Disabilit e Assistenza Residenziale

Responsabile

Dott.ssa Francesca Civerchia

E-mail: francesca.civerchia@iss.sm

Coordinatore Servizio: Nicoletta Ceccoli

Psicologa: Samantha Berardi

Sede e contatti


Sede: Str. Selve di Tassini, 8 (47893) Borgo Maggiore
Telefono: 0549/906900 -906308 Fax 0549/980053
E-mail: colore.delgrano@iss.sm

Orari d’apertura:

Laboratori/Atelier: dal Luned al Gioved dalle 08:00 alle 17:00, il Venerd dalle 08:00 alle 14:00

Centri Diurni: dal Luned al Venerd dalle 08:00 alle 16:30

Nucleo Residenziale: apertura h24

Il servizio garantisce all’utenza in caso di necessit l’accesso diurno il sabato mattina e ricoveri residenziali di sollievo, a sostegno della domiciliarit, previa valutazione dell’equipe multidisciplinare.

Attivit d'assistenza


L’Unit Organizzativa Semplice Dipartimentale Servizio Disabilit e Assistenza Residenziale eroga alle persone disabili in condizione di ridotta autonomia e/o fragilit per deficit psico-fisico moderato o severo, prestazioni di carattere socio educativo, socio assistenziale, sanitario sul territorio e in strutture residenziali o semiresidenziali. I livelli di competenza riguardano attivit di presa in carico sociale e psicologica e interventi di trasporto protetto.

Il Servizio esplica la propria funzione educativa, riabilitativa e di inclusione sociale delle persone disabili attraverso l’organizzazione interattiva di quattro nuclei operativi che offrendo prestazioni diversificate, interagiscono tra loro completando l’offerta dei servizi rivolti al cittadino disabile e al suo nucleo familiare: un nucleo residenziale, due nuclei diurni e un nucleo territoriale strutturato in un centro diurno socio-occupazionale – il laboratorio Atelier - e in inserimenti lavorativi protetti in territorio.

Al fine di garantire il processo di riconoscimento e di integrazione di ciascun soggetto disabile e di offrire nel quotidiano la migliore e pi funzionale partecipazione possibile ad una gestione della propria vita e a un’inclusione a livello sociale allargata l’Unit Organizzativa promuove, d’intesa con la famiglia, forme di collaborazione con gli altri servizi dello Stato, con le Associazioni culturali e di volontariato e con gli altri Servizi del Dipartimento Socio-sanitario.

1. NUCLEO RESIDENZIALE

La struttura residenziale prevede 19 posti letto di cui 4 per polidisabilit. Il centro si configura anzitutto come uno spazio di vita significativo, accogliente e familiare in cui vengono erogati servizi assistenziali, terapeutico – riabilitativi, sanitari ed educativi per migliorare la qualit della vita degli ospiti perseguendo il loro benessere psico-fisico e favorendo la socializzazione e l’integrazione.

I servizi di assistenza sanitaria e infermieristica, di supporto educativo, assistenziale e relazionale sono tarati sulle autonomie e sulle necessit dell’ospite e definiti nel Pai e Pei (progetto assistenziale ed educativo individuale).

La natura del servizio permette di attivare anche soggiorni di sollievo, esperienze di turismo sociale e percorsi di supporto mirati al “dopo di noi”.

NUCLEI DIURNI

Le attivit dei centri diurni sono rivolte a cittadini con disabilit psico-fisica di media ed elevata gravit, ovvero in condizione di non autosufficienza e ad alta intensit assistenziale; si configurano come uno spazio educativo e assistenziale volto ad offrire agli ospiti delle opportunit concrete di valorizzazione personale in un contesto di relazioni significative, attraverso la sperimentazione in attivit diversificate a carattere socio educativo e socio assistenziale svolte da figure professionali qualificate. Nel nucleo La Volpe le attivit sono prevalentemente improntate alla cura, riabilitazione e stimolazione sensoriale mentre nel nucleo La Rosa si privilegiano interventi improntati al mantenimento delle autonomie di base e alla gestione degli aspetti comportamentali e relazionali.

LABORATORIO ATELIER

Il laboratorio Atelier ospita utenti con disabilit di grado moderato o lieve che sono impossibilitate a sostenere un impegno lavorativo in un vero ambiente produttivo, ma possiedono un discreto livello di autonomia personale e competenze/potenzialit relazionali e occupazionali da implementare attraverso la realizzazione di piccoli manufatti artigianali previsti nella programmazione delle attivit dell’ Atelier o per conto terzi.

Il Centro ha come principale finalit quella di favorire il benessere delle persone disabili accolte, attraverso l’impegno in attivit occupazionali/lavorative diversificate, in piccolo o grande gruppo, favorendo il rafforzamento di competenze relazionali e lo sviluppo di autonomie personali in un contesto “protetto”. Le attivit occupazionali-lavorative vengono svolte anche in contesti esterni al centro per favorire il collegamento con la realt produttiva del territorio.

INSERIMENTI IN TERRITORIO

Il servizio attivo per il collocamento mirato delle persone con disabilit in ottemperanza alle normative vigenti. La figura dell’assistente sociale, coadiuvata dall’educatore, esplica una funzione di avviamento al lavoro, assistenza, supervisione educativa e monitoraggio dell’attivit. L’ intervento si esplica nella ricerca della ricettivit del mercato del lavoro creando una rete tra le associazioni, le organizzazioni imprenditoriali, i consorzi di cooperative sociali; oltre a tutte le azioni di orientamento, di selezione e di potenziamento delle competenze finalizzate all’inserimento lavorativo delle persone disabili che hanno portato a termine il percorso di scolarizzazione obbligatoria.

Modalit d'accesso:

Sono richiesti i seguenti requisiti:

  • essere assistiti ISS;
  • essere anagraficamente ed effettivamente residenti in territorio;
  • essere maggiorenni o avere compiuto il sedicesimo anno di et e avere portato a compimento il percorso di scolarizzazione obbligatoria;
  • essere soggetto disabile con deficit psico-fisico lieve, medio-grave o grave.

Al momento della compilazione della domanda di accesso, l'utente deve avere con s il corredo personale e la documentazione necessaria:

  • tesserino ISS
  • documento d'identit
  • certificazione medica
  • documentazione clinica precedente l'ingresso

L’accesso prevede colloqui con l'ospite e/o familiari e/o attivit di rete con i servizi invianti al fine di raccogliere le informazioni utili per elaborare una corretta valutazione multidimensionale operata dall’equipe di coordinamento del Servizio. L’intento del Servizio quello di dare centralit alla persona disabile e prevedere la soddisfazione dei bisogni primari e quelli legati alla crescita, promozione e inclusione sociale, presupponendo una offerta differenziata, capace di rispondere alle diverse necessit. In tutte le aree di intervento sono previste attivit di prevenzione primaria e di prevenzione secondaria, attivit intese al recupero, mantenimento e sviluppo delle autonomie funzionali, interventi di sostegno all’affermazione e autorealizzazione della persona, interventi supportivi e integrativi della famiglia.

Informazioni:

La dimissione

La dimissione dell'ospite dal Servizio pu avvenire secondo le modalit di seguito elencate:

  • dimissioni programmate (ricoveri di sollievo o richiesta da parte dell'ospite/familiare);
  • dimissione/trasferimento su richiesta motivata della Direzione del Servizio e dal Direttore di Dipartimento Socio-sanitario e approvata dal Comitato Esecutivo;
  • decesso.

La puntata di Buona Salute a Tutti dedicata ai servizi e associazioni per la tutela della disabilit a San Marino



Share on Google+Share on twitter


<< Torna indietro